Blog

DirectDemocracyS Blog yours projects in every sense!
Font size: +
30 minutes reading time (5988 words)

Programma di economia e finanza

Il salario minimo in Australia è di circa 2131 Euro al mese, in Bangladesh è di 17 Euro al mese.

Partendo da questo dato, che dimostra chiaramente in quale mondo di merda viviamo, noi abbiamo ideato un progetto economico, che non farà mai guadagnare di meno a chi è già ricco, ma farà avvicinare molto, chi è più povero. Ovviamente l’unico modo per fare questo, è garantire un reddito mondiale di sussistenza. Unito a un programma molto dettagliato, che vi presenteremo nei prossimi giorni.

I grandi economisti, ci diranno che in Australia i prezzi per vivere in modo dignitoso, sono più alti che in Bangladesh, e che in Oceania non c’è la sovrappopolazione di certi paesi dell’Asia.

Altri ci diranno che gli stipendi, e il livello di vita si basano sul PIL, chi produce meno, guadagna di meno.

Alcuni invece ci diranno dell’importanza del livello e della qualità, dell’istruzione di certi paesi, che è molto più alto in certi paesi, che in altri.

I più razzisti diranno, che tutto si basa sulla fortuna di nascere in un paese ricco, oppure in uno povero.

Noi diciamo che è tutto vero, ma che sono tutte differenze create nel corso della storia, a causa di quello che muove oggi il mondo, di chi controlla tutta la politica mondiale, cioè l’economia.

Quasi tutta l’economia mondiale dall’invenzione della ruota, a oggi, si basano su solo 3 parole: egoismo, avidità, e sfruttamento.

Le 3 parole che hanno creato un mondo in cui la speranza di vita media nel mondo è di 73 anni, in cui le donne vivono in media 5 anni in più degli uomini. Piccola parentesi. La differenza di speranza di vita tra donne e uomini, si è andata ampliando negli ultimi due secoli. Secondo Warren Farrell questo ampliamento sarebbe causato dal maggiore stress, esercitato dalla società industrializzata sul genere maschile.

Aspettativa alla nascita.

Giappone, in media uomini e donne vivono, circa 84,3 anni, in Lesotho in media uomini e donne, vivono solo 50,7 anni.

Prima di proseguire, pensate a quante cose, si possono fare in 34 anni.

Questi primi dati, ci dimostrano esattamente, in che mondo viviamo.

Siamo certi della grande felicità, di sapere questi dati, di chi vive nella parte giusta del mondo, e ci dispiace enormemente, per chi è nato e vive nella parte “sfortunata”.

Mettiamo subito le cose in chiaro.

Noi non lavoreremo mai, e per nessun motivo, per far guadagnare di meno chi guadagna di più. Noi non siamo i Robin Hood della politica, che tolgono qualcosa a chi è ricco, per darlo ai poveri. A eccezione dei giganti del Web, che pagheranno nei paesi in cui avremo l’onore e il dovere di governare, le stesse tasse che paga un operaio, o un piccolo o medio commerciante, perché le tasse le devono pagare tutti allo stesso modo, e nella stessa percentuale, in base ai profitti realizzati. Stia tranquillo chiunque lavorando duramente, in modo onesto, con innovazione e rispetto per lavoratori, e con la tutela dell’ambiente, e che ha pagato le tasse esattamente come chi lavora per lui o lei. Non è questo il tipo di economia che genera ricchezza, togliere a qualcuno, per dare ad altri. A lungo termine, creerebbe stagnazione e poi decrescita, fino ad arrivare a una crisi finanziaria, che non farebbe bene a nessuno.

Chi invece in altre parti del mondo, si aspetta di ricevere da DirectDemocracyS, un reddito minimo garantito mondiale, per starsene a casa, seduto in poltrona, a guardare la TV, o a perdere tempo sui social network, su Internet, ha di nuovo sbagliato.

Signore e signori: mettiamo subito in chiaro, non ci servono i voti alle elezioni, di alcune categorie di persone. Gli sfruttatori, e chi ha fatto fortuna e ricchezza, in modo non etico, e non con un merito. Non devono votare per noi.

Chi non ha voglia di darsi da fare, ma aspetta che i soldi cadano dal cielo. Non devono votare per noi.

Chi si occupa di traffici illeciti, di furti, truffe, o produzione e commercio, di droghe o armi. Non devono votare per noi.

Queste categorie di persone, da tutti noi, riceveranno esattamente quello che meritano. Cioè niente!

Dopo questa breve premessa, in cui sicuramente molti decideranno di non unirsi a noi, passiamo al nostro programma economico.

Quelli che rimangono, dopo la nostra selezione iniziale, sono la grande maggioranza delle brave persone della terra, che sanno distinguere tra il bene o il male. Sono i migliori, quelli che hanno buonsenso e rispetto.

Le nostre soluzioni, per rendere il mondo un posto migliore in cui vivere, sono quelle di usare l’unica arma che abbiamo.

Il nostro voto. Voteremo tutti insieme, solo per chi metterà in pratica immediatamente e in modo preciso, ogni singola parte del nostro programma.

Per avere soldi e ricchezza, è fondamentale creare soldi e ricchezza.

I soldi, la finanza mondiale li crea dal nulla, e li fa avere solo a chi ha soldi e garanzie, e su questo, come su tutto, nessuno ci può contraddire. Infatti fino a metà del 1900, i vari Stati per creare nuova moneta dovevano garantire, con riserve d’oro, e ricchezza solida, dopo si è deciso di far nascere una finanza “creativa”, che crea dal nulla denaro, e lo fa avere in base a promesse. Come sempre, per favorire pochi, e soprattutto, senza creare la vera ricchezza, perché spesso assistiamo a soldi “bruciati”, con fallimenti e crisi finanziarie.

Non vogliamo fare in questo articolo lezioni di economia, ma dobbiamo spiegarvi i problemi, e farvi conoscere tutte le soluzioni. Perché anche se la situazione mondiale è disastrosa, c’è ancora qualche piccolo spiraglio di speranza. L’unica speranza, è mettere in pratica il nostro progetto economico.

La politica mondiale non funziona e fa schifo, noi creiamo una nuova politica, completamente diversa da quella attuale. Senza disturbare, o cambiare la vecchia politica, perché questa vecchia politica, è destinata a un lento, ma inesorabile declino, perché non ha garantito a nessuno, in nessun paese del mondo, due cose fondamentali: vera democrazia e totale libertà.

L’economia e la finanza mondiale, non funziona e fa schifo, e noi creiamo NewOpo, una nuova economia e finanza mondiale. Senza disturbare, o cambiare la vecchia economia e finanza, perché è destinata a un lento, ma inesorabile declino, perché non ha garantito a nessuno, in nessun paese del mondo, tre cose fondamentali: giustizia sociale, meritocrazia e benessere per tutti.

Cambieremo e miglioreremo il mondo, non solo la politica, la finanza e l’economia, ma anche l’informazione, i media, la comunicazione, la radio, la TV, lo sport, gli aiuti umanitari, senza dar fastidio ad altri, senza eliminare o combattere altri, ma metteremo in pratica ogni nostro progetto, ogni nostra attività con chiunque si unirà a noi.

Si cari amici, noi non facciamo nessun tipo di lotta, ma una giusta concorrenza, che tra l’altro è prevista dalle Leggi di tutto il mondo. E dove non è prevista, la faremo rendere obbligatoria. La concorrenza e la diversità, fanno bene se rendono la vita migliore a tutti, a cominciare da quelli in difficoltà.

Prima di entrare nei dettagli, che saranno comunque riassunti, perché sarà fatto prossimamente un articolo molto dettagliato su NewOpo, e tutti i nostri progetti economici, vogliamo fare come sempre una premessa.

DirectDemocracyS, e tutti i nostri progetti collegati, mette in pratica per la prima volta nella storia dell’umanità, un capitalismo dal volto umano, e un comunismo meritocratico. Lo abbiamo sempre detto, ma lo ribadiamo, perché se molti lo sanno, alcuni lo scoprono adesso.

Il capitalismo “selvaggio” e la globalizzazione hanno fallito, sono profondamente ingiusti, e sono destinati ad autodistruggersi. Alcuni esempi: 2.153 super ricchi possiedono quanto altri 4,6 miliardi di persone. Mentre il 50% più povero ha meno dell’1%. E il patrimonio delle 22 persone più facoltose supera la ricchezza di tutte le donne del continente africano. L’1% più ricco, sotto il profilo patrimoniale, deteneva a metà 2019 più del doppio della ricchezza netta posseduta da 6,9 miliardi di persone. Ribaltando la prospettiva, la quota di ricchezza della metà più povera dell’umanità – circa 3,8 miliardi di persone – non sfiorava nemmeno l’1%. Se le distanze tra i livelli medi di ricchezza dei Paesi si assottigliano, la disuguaglianza di ricchezza cresce all’interno di molti Stati. In un mondo in cui il 46% di persone vive con meno di 5,50 dollari al giorno, restano forti le disparità nella distribuzione dei redditi. Con un reddito medio da lavoro pari a 22 dollari al mese nel 2017, un lavoratore collocato nel 10% con retribuzioni più basse avrebbe dovuto lavorare quasi tre secoli e mezzo per raggiungere la retribuzione annuale media di un lavoratore del top-10% globale. Poi c’è il lavoro di cura non retribuito, che vale oggi tre volte il mercato globale di beni e servizi tecnologici e impedisce al 42% delle donne nel mondo di avere un impiego. Dati del 2019 e 2020.

Ha fallito perché non è meritocratico, è però avido, egoista, corrotto, ingiusto, sfruttatore, e completamente fuori da ogni logica di mercato.

Il comunismo, ha fallito e sta per finire, soppiantato da oligarchie, che come il capitalismo regalano quasi tutto a chi non lo merita. Che meriti hanno gli oligarchi che detengono le ricchezze minerarie, o importanti industrie? Essere schiavi dei propri padroni. Spesso pestano solo il nome, a chi non vuole compromettere il proprio successo politico. Sempre il comunismo, non è giusto, crea stagnazione, ottiene risultati sfruttando la propria popolazione, ma anche in altri paesi, corrompe, crea invidie, odio, dà in mano la ricchezza a persone legate all’apparato del partito. Ha maggiori disuguaglianze sociali del capitalismo, infatti chi è ricco nel comunismo, lo è grazie al partito, chi invece è povero (il 99% della popolazione), lo è perché non tutti possono entrare nel partito, altrimenti ci sono meno soldi da spartirsi. Alcuni ci diranno che mentiamo, e ci daranno l’esempio della Cina. La Cina comunista, ha comprato il debito di mezzo mondo, con i soldi risparmiati, facendo vivere al limite di sussistenza, la grande maggioranza della propria popolazione, senza leggi di tutela dei lavoratori, senza nessun rispetto per i diritti umani, senza nessuna libertà politica, di stampa, di parola e di pensiero.

Anche il comunismo ha fallito perché non è meritocratico, è però avido, egoista, corrotto, ingiusto, sfruttatore e completamente fuori da ogni logica di mercato. Ma è anche dittatura e soppressione dell’iniziativa privata, e di ogni forma di democrazia, e libertà. Non è benefico per la popolazione.

Tra questi due mali, noi abbiamo scelto di prendere, le poche parti positive di ciascuno, eliminando del tutto ogni aspetto negativo. Ne è venuto fuori un progetto finanziario ed economico, praticamente perfetto, come quello politico, e come tutti i nostri progetti. Non per vantarci, ma abbiamo esperti economisti, e soprattutto tantissime “menti brillanti”, che hanno dato un contributo decisivo a creare tutto.

Per prima cosa, chi si registra al nostro progetto politico, secondo le nostre regole, e diventa utente registrato verificato, avrà automaticamente, un profilo personale, su tutti i nostri siti web, collegati a tutti i nostri progetti. A differenza del sito politico, in cui si chiede una presenza giornaliera, e almeno 15-20 minuti al giorno di attività politica, nei nostri siti web collegati ad altri progetti, non esiste nessun obbligo di presenza. Ogni persona può proporre progetti, idee, e attività da fare tutti insieme, in base alle possibilità economiche, e agli interessi di ogni nostri utente.

A ogni nuova attività creata, si può dare un contributo in base alle proprie possibilità, e quindi ricevere degli utili, in denaro, beni, servizi, o premi. Il primo contributo, che sarà sempre riconosciuto è intellettuale, quindi premieremo e daremo i meriti a chi ha l’idea, ma anche chi la migliora e la rende più efficiente. Il secondo tipo di contributo è economico, investendo denaro, per capitalizzare l’attività. Il terzo contributo e lavorando per l’attività, infatti il lavoro fisico o intellettuale, per concretizzare un’attività, darà a ogni persona che partecipa, sia un guadagno immediato, che parte degli utili. La cosa che ci rende unici al mondo, è che una persona può dare tutti i tre tipi di contributo, anche contemporaneamente. Tramite un meccanismo molto complesso, su base meritocratica, chi dà di più a ogni attività, ottiene molto di più. Infatti, in ogni nostro progetto, non si premia solo il tempo, con uno stipendio in base alle ore di lavoro effettivo, ma anche il tipo di lavoro svolto, e sull’impatto che questo ha sui risultati economici e finanziari ottenuti. Per sapere altri dettagli su questo sistema, seguite le nostre informazioni, sui nostri programmi economici e finanziari. NewOpo, cambierà e migliorerà, l’economia e la finanza mondiale.

Sempre all’interno dei nostri progetti, e di tutte le nostre attività, nasce la nostra moneta elettronica TIME. Molti economisti di fama mondiale, ma anche semplici appassionati, ci hanno chiesto che cos’è? Come funziona? Su cosa si basa. Facciamo una piccola premessa. L’economia e la finanza mondiale si basano su valute e cripto valute, con molti nomi, e valori diversi. Come si crea la valuta e la cripto valuta, e su che cosa basano la loro creazione, non vogliamo scrivere troppo. Sappiamo tutti, che le varie valute, se non in pochi rari casi, si trasformano quasi tutte in debito, perché non si basano su niente. Il famoso debito pubblico, di cui tutti parlano, ma di cui pochi hanno capito il funzionamento reale, e il suo utilizzo per ricattare, impaurire, e rubare soldi a tutte le persone. Con la scusa del debito, non si possono assicurare servizi essenziali alle persone in difficoltà. Con la scusa del debito, non si possono fare prestiti ha chi ha idee importanti, se non a tassi d’usura, se non garantisce con la propria idea, che poi facendovi fallire vi rubano, o con garanzie di beni immobili, o liquidità (che poi vi sequestrano sempre facendovi fallire). Con la scusa del debito, anche chi non ha nessuna colpa, si ritrova sommerso di debiti, che fanno pagare più o meno a tutti con tasse immense, difficili da pagare interamente, che in certi paesi ti fanno lavorare oltre metà dell’anno per lo Stato. Non solo, sempre a causa del debito, le tasse aumentano sempre, con vari modi per prelevare soldi alle persone, ne inventano di tutti i tipi, anche tassando ciò che è già stato tassato. Di tasse potremmo parlare per giorni, solo per farvi capire come, e quanto lo Stato rubi alle persone. Parleremo in un articolo anche di tasse, e delle nostre soluzioni anche ad altri problemi.

Le cripto valute sono create da algoritmi e sistemi informatici, e lo fanno consumando moltissima energia, e togliendo risorse informatiche importanti, e in breve tempo ne sentiremo ancora parlare, e non con buone notizie. E poi c’è TIME, che è praticamente l’unica valuta seria, leale, onesta, con un valore certo, che non crea debito, e che sarà la base di tutta la nostra economia. TIME, mette in pratica, il reddito mondiale di sussistenza. TIME, all’inizio funzionerà solo all’interno dei nostri progetti, per poi essere usata anche all’esterno. Sarà emessa dalla nostra banca privata, che opererà all’interno dei nostri progetti, per poi estendersi in tutto il mondo. Dobbiamo però fare una nuova breve premessa. Se le attività politiche, in DirectDemocracyS, e sul nostro sito web, e nelle nostre varie componenti politiche, si fa in modo gratuito e senza impegno, per sé stessi e per gli altri, nelle altre attività, si comincia sempre in modo gratuito, senza nessun impegno, ma poi con il tempo, se si dimostrano risultati utili, si può essere assunti, sia con contratto di lavoro part-time (a tempo determinato), oppure full-time (a tempo indeterminato). Quindi TIME, è la moneta ufficiale, privata, che usiamo all’interno di tutti i nostri progetti, e in futuro, potrà essere usata sia all’interno che all’esterno.

TIME, si crea dal nulla, come tutte le altre monete mondiali, ma ha una base solidissima. Il lavoro effettivo, di tutti coloro che svolgono le nostre attività economiche. Ma anche una capitalizzazione popolare, in base a regole che vi spiegheremo in altri articoli. Per farvi capire in breve come funziona faremo un articolo lungo e dettagliato, sia sulla nostra banca che sulla nostra moneta, ma ci sono moltissimi aspetti tecnici innovativi da spiegare, e non è qui il momento, e luogo adatto in cui farlo. Praticamente, TIME si crea in base alle ore di lavoro, e agli scambi economici all’interno di tutte le nostre attività, e al capitale che ciascuno di noi metterà a disposizione, in base a regole innovative e giuste. Tutto ciò che i nostri progetti economici creano e realizzano, è calcolato in TIME. Tutta la ricchezza prodotta, dalle nostre attività finanziare ed economiche, ma anche dalla forza lavoro di ogni nostro utente (nelle nostre attività), si calcolerà in TIME. Le tasse pagate, sulle nostre attività nei vari paesi, saranno calcolate nelle valute rispettive, e sempre seguendo ogni legge, lavoreremo sempre pagando ogni imposta. In breve tempo, moltissimi paesi, se saranno interessati, potranno adottare la nostra moneta, con tutte le misure di sicurezza, e tutte le dovute attenzioni. Sappiamo che non vi abbiamo dato tutti i dettagli, ci sarà tutto il tempo per spiegarvi tutto, ma non possiamo parlare solo di questa innovativa moneta, che certamente amerete tutti. Vi stupiremo sia con la banca che con la nostra moneta.

L’economia e la finanza mondiale, senza le garanzie sociali, non possono funzionare.

Reddito mondiale minimo garantito.

Come conseguenza e con l’aiuto della creazione della nostra nuova moneta, ci sarà un reddito mondiale minimo garantito, perché non è giusto che nel 2022, ci siano persone al mondo che muoiono di sete, di fame, o per malattie facilmente curabili. Ovviamente non era giusto neanche prima del 2022. Ogni persona della terra, deve avere garantita l’acqua che non è privata o degli Stati, ma delle persone che vivono in ciascun territorio. Quindi la proprietà privata, per quanto importante, non avrà mai la precedenza sulla vita, e sull’esistenza delle persone. L’acqua deve essere pubblica, quindi di tutti, e deve certamente essere pagata, ma in base al reddito di ciascuna famiglia e alle condizioni di vita. Chi è in povertà assoluta, deve avere l’acqua necessaria per vivere, lavarsi, e per le necessità, in modo assolutamente gratuito, e ogni giorno. Il cibo per vivere in modo sano, senza nessun eccesso, ma senza nessuna mancanza, deve ugualmente essere garantito, a ciascun abitante della terra. Chi è in povertà deve avere il cibo necessario a vivere, in modo assolutamente gratuito, e ogni giorno.

Le medicine, le cure mediche, quindi la salute di tutte le persone della terra, non sono un lusso, ma devono essere assicurate a tutti. Chi vive in povertà deve avere tutto il necessario per vive in modo sano, e le medicine, le migliori cure mediche, devono essere garantite ogni giorno, in modo assolutamente gratuito.

L’energia, di cui tanto si parla, è un bisogno primario, insieme all’informazione, e quindi a Internet, quindi deve essere garantito a ogni persona della terra, e per chi vive in povertà deve essere assicurato, e garantito, ogni giorno in modo assolutamente gratuito. Controllando e punendo però, chi se ne approfitta.

La migliore istruzione, per avere le persone migliori in futuro, non può essere solo per chi se la permette, perché non solo i ricchi hanno capacità. Soprattutto i poveri hanno “fame di conoscenza”. Quindi la migliore istruzione, deve essere pagata in base alle possibilità economiche di ciascuna famiglia. Anche in paesi “ricchi”, famiglie non molto ricche, faticano e fanno enormi sacrifici, per pagare gli studi ai propri figli. Questo non è giusto. Non bastano solo le borse di studio, perché non è detto, che solo chi ottiene i migliori risultati scolastici, sia una persona che potrà cambiare e migliorare il mondo. È giusto premiare chi ottiene i migliori risultati scolastici sempre, ma il primo anno di ogni scuola, college, università, oltre alle borse di studio in base al merito (che devono restare ed essere aumentate), deve essere gratuito per tutte le persone in povertà. E le rette universitarie, si pagano in base al reddito, e alle possibilità economiche di ciascuna famiglia.

Un livello di vita decente, con possibilità di svago, qualche vacanza per visitare il mondo, e divertimenti, deve essere garantito a tutti, perché nessuno deve vivere una vita triste, in solitudine, senza la serenità, e senza mai avere contatti con altre persone. Quindi saranno assicurate a tutti, tutte le condizioni per vivere una vita serena e felice, sia ai giovani, che agli anziani. Nessuno sarà mai abbandonato.

A ogni cosa che assicuriamo gratuitamente, a chi è in povertà, a eccezione dell’istruzione, non corrisponderà un aumento delle tasse, o delle spese per chi è ricco. Le tasse devono essere ridotte, ma dovranno essere uguali, come percentuale per tutti. Ne abbiamo parlato in un altro articolo, e faremo come già promesso un articolo dettagliato, riservato alle tasse.

Sembra utopia? Sembra un film di fantascienza? No cari amici, perché vi spiegheremo come realizzeremo tutto questo, senza nessuna spesa senza nessun debito. Con la giustizia sociale, e come sempre, con idee innovative.

Per prima cosa, ogni persona della terra, in base alle condizioni di salute, dovrà darsi da fare, per cambiare e migliorare il mondo.

In alcuni paesi esistono già programmi che danno alle persone in difficoltà aiuti e redditi, per stare a casa a guardare la TV, o perdere tempo su Internet.

Con il rischio di perdere i voti, di chi non ama fare niente tutto il giorno, e di quelli per cui le altre persone non hanno valore, e pensano solo a sé stessi, DirectDemocracyS, e tutti progetti collegati, non regalano niente a nessuno.

Non capiamo come si possa essere felici e soddisfatti, di starsene a casa, senza fare nulla di utile per la società, e ricevere soldi per non fare nulla. Chi può lavorare, deve farlo, senza essere sfruttato, ma essendo pagato in base al proprio lavoro. Si devono fare investimenti, e noi li faremo, anche direttamente, per dare la possibilità a tutti, di migliorare le proprie vite.

Nei nostri gruppi geografici locali, saranno organizzate sezioni speciali chiamate “cose da fare”. Come i bigliettini, che in quasi ogni famiglia si attaccano sul frigorifero, con i compiti che ognuno ha da fare durante la giornata.

Ovviamente, sempre con tutte le misure di sicurezza, per prevenire ogni tipo d’incidente, e sempre in base alle proprie capacità e possibilità fisiche, ogni persona in cerca di lavoro, oppure ogni persona che è in pensione, e non ha nulla da fare, può vedere se trova qualche attività da svolgere, che lo trasformi dà peso per la società, in persona utile per la società. Ogni brava persona può diventare una risorsa per sé e per gli altri, anche assistendo persone malate o sole. Oppure pulendo gli spazi comuni, oppure portando la spesa, o le medicine, a casa di altre persone che non lo possono fare.

Le autorità locali avrebbero speso comunque i soldi per fare certi “lavoretti”, o per l’assistenza ai poveri o malati, e con i soldi risparmiati, potrebbero utilizzarne la metà per fare altri lavori, e la metà da inserire in un fondo speciale, per gli aiuti alle persone in difficoltà.

In questo modo anche chi è solo, si trova in compagnia, conosce altre persone, instaura amicizie, magari trova l’amore, e soprattutto si sentirà utile alla società, oltre che per la comunità in cui vive, e per sé stesso.

Un altro metodo per trovare i soldi necessari, per il reddito mondiale minimo garantito, e per permettere a tutti, di avere il necessario per una vita decente, è eliminare ogni guerra, con i risparmi delle spese militari, si potranno realizzare investimenti, soprattutto in ricerca scientifica, energia pulita, e tecnologia, creando posti di lavoro. A chi si preoccupa per chi lavora nell’industria bellica, e nel commercio di armi, si possono tutte rimodulare, per produrre cose utili, e non strumenti di morte. Per chi lavora nella difesa, e nelle forze armate dei vari paesi, con una parte del personale si aumenteranno le forze dell’ordine (che dovranno essere integrate per future attività), con un'altra parte si potranno potenziare gli organici della protezione civile, con altri invece, si potranno realizzare opere di costruzione e di sviluppo d'infrastrutture.

Eliminando ogni forma di commercio non autorizzato, e tutte le organizzazioni criminali, si potrebbero ottenere somme immense, da destinare alla creazione di attività legali, in cui potranno trovare molte opportunità tantissime persone, anche coloro che lavorano illegalmente. Oltre alla prigione, e alla confisca di ogni bene realizzato con affari illegali, si devono trovare modi, per risalire a ogni affare svolto da ciascuno, per mezzo di prestanome, o famigliari. Usare personale militare per combattere le criminalità organizzata, insieme alle forze dell’ordine, garantirà un mondo più pulito e giusto. Dobbiamo assicurare la legalità in ogni paese in cui saremo presenti, e successivamente in tutti il mondo.

Creando un metodo di tassazione mondiale, che sia uguale come percentuali e regole in tutto il mondo, in base ai profitti realizzati, e che non sia considerato, da chi lavora oppure da chi ha un’impresa, un furto nei suoi confronti. In questo modo, tutti pagherebbero meno tasse, ci sarebbe meno evasione fiscale, sparirebbero i paradisi fiscali. Si eviterebbero anche le delocalizzazioni che creano grossi problemi sociali. Ovviamente dopo una buona preparazione delle forze dell’ordine, per controllare ogni impresa, e creare leggi molto severe, ma giuste, per chi evade il pagamento delle tasse. Come per esempio, l’obbligo di risarcire non solo tutto quello che si è evaso, ma anche una somma maggiore, per aver fatto i furbi. L’evasione fiscale, causa meno entrate e di conseguenza meno servizi per la popolazione, e quindi può causare molti problemi, anche gravissimi alla società. Chi evade non deve andare solo in prigione, ma anche vedersi sequestrato ogni bene, ottenuto in modo illegale. Oltre a essere inserito in un registro mondiale, che gli impedirà di fare di nuovo affari. Chi invece svolge il proprio lavoro nel migliore dei modi, deve vedersi aiutare dallo Stato, in ogni modo possibile.

Controllare tutti gli enti benefici e le ONG, che si occupano di raccolte di fondi, per aiutare vari enti e persone in difficoltà. Si deve controllare esattamente, quanto raccolgono, ed esattamente come sono spesi i soldi raccolti, perché certi enti fanno poco, con molti soldi. Molto spesso, anche chi ha poco, dona sperando di aiutare, e il fatto che ci siano persone senza scrupoli, che se ne approfittano è indecente. Spesso non utilizzano ogni soldo, solo per aiutare i bisognosi, ma pagano profumatamente il proprio personale, che dovrebbe farlo in modo volontario. Altrimenti, se ne occupassero direttamente le autorità statali, o locali. Come è anche indecente, che banche ed enti finanziari, su cui transitano soldi per chi è in difficoltà, prendano percentuali, oppure ottengano profitti, dai soldi versati per aiutare le popolazioni o le categorie in difficoltà. Come per le società commerciali, anche gli enti benefici e le ONG, chi svolge il proprio lavoro nel migliore dei modi, deve vedersi aiutare dallo Stato, in ogni modo possibile.

Ridurre gli sprechi, in ogni attività, senza mai togliere soldi alla sanità, alla ricerca, e all’istruzione, ma reinvestire ogni risparmio sempre per sanità, ricerca, istruzione, e per tecnologia.

Già con pochissime piccole cose, che si possono mettere in pratica immediatamente, abbiamo risolto tutti i problemi dell’umanità. Molti diranno che è impossibile. Che ci saranno sempre persone, che cercheranno di fare i furbi, che ci saranno sempre criminalità, guerre, evasione fiscale e tante altre cose che rendono invivibile il mondo. Qui sbagliate, noi siamo a fine aprile 2022, 150000 persone, quando saremo il 99% della popolazione mondiale, che sono brave persone, oneste sincere, e leali, imporremo, con la forza se necessario, all’1% delle persone cattive, l’obbligo di cambiare. Offrendo loro alternative legali, e oneste, per poter guadagnare bene, e vivere meglio. Sembriamo troppo ottimisti? Lo faremo come sempre con calma, con convinzione, determinazione, unità, un utente alla volta.

Per unirvi a noi, non basta registrarsi e creare un profilo personale, ma si deve essere pronti a cambiare e migliorare, per prima cosa la propria mentalità. Non vi facciamo il lavaggio del cervello, che subite ogni giorno da TV e media, ma vi obblighiamo in modo pacifico, a saper scegliere, tra il bene e il male. Dovete riconoscere ciò che giusto, da ciò che è sbagliato. Per unirvi a noi, dovrete basare la vita sul buonsenso, e sul rispetto reciproco di tutte le persone.

Se non lo sapete, o non lo potete fare, oppure se non siete ancora pronti, a cambiare e migliorare il mondo, non unitevi a noi, e restate nel mondo attuale.

Quel mondo in cui chi fatica, e si spacca la schiena ogni giorno guadagna 1000 volte di meno, di quello che farà fallire la società commerciale per cui lavora. In cui il lavoro non è per tutti, ma solo per i più fortunati, o per chi fa compromessi. In cui chi va a lavorare, deve sperare che vada tutto bene, altrimenti a causa anche di norme stupide, può ferirsi o peggio morire, in incidenti che devono finire una volta per tutte. In cui le donne, con stesse qualifiche, e con lo stesso lavoro, guadagnano molto meno degli uomini. Quel mondo in cui chi è diverso, deve vergognarsi di esistere, in cui apparire conta più di essere, in cui chi è buono è vittima di bullismo, in cui chi ha bisogno d’aiuto, è spesso ignorato. In cui la religione, e la società, non la tua mente, e il tuo cervello, ti dicono ciò che è giusto o sbagliato, ciò che puoi fare, o che non puoi fare. E lo fa con regole e leggi senza nessun senso, scritte da persone con interessi, e completamente anacronistiche. Quel mondo in cui, non puoi vivere come ti pare, ma non puoi neanche decidere, di morire come ti pare.

Quel mondo in cui, anche il peggiore dei criminali, la notte non dorme tranquillo, per paura di attentati o violenza, quello in cui le persone per egoismo e avidità, distruggono le vite, di altre persone innocenti. Quel mondo in cui, non diventa ricco e famoso il più bravo, ma quello che spesso, sa passare sui cadaveri di altre persone. Quel mondo inquinato, malato, che stiamo distruggendo in modo lento, ma inesorabile, ma anche quel mondo, in cui si dice no a tutto, anche allo sviluppo sostenibile, senza calcolare bene i rischi di ogni scelta. Quel mondo in cui, chi non paga le tasse è chiamato “furbo”, quello in cui chi evade, anche 1 solo dollaro (la maggioranza della popolazione mondiale tra cui anche noi), non sa, o non pensa, che anche con quel dollaro si potrebbe salvare una vita.

Quel mondo in cui, chi è più forte, deve per forza sottomettere chi è più debole, in cui i cattivi vincono sempre, anche mascherandosi da più buoni. Lupi che si fingono agnelli, che appena possono tirano fuori il proprio carattere. Quel mondo in cui, i ricchi diventano sempre più ricchi, e i poveri sempre più poveri, ma in cui quelli nella media, vanno velocemente verso la povertà. Quel mondo in cui, ci sono dittatori, o paesi con partiti unici, ma anche paesi “occidentali” e progrediti, che spacciano per democrazia, il tuo diritto di far decidere le leggi, a partiti e politici controllati dall’economia. Politici e partiti, che quasi sempre promettono e non mantengono, che si associano tra di loro, pur di non perdere il potere, che lottano anche al proprio interno, per ottenere privilegi, invece di occuparsi dei bisogni delle persone. La politica che con la scusa di rappresentare il popolo, aiuta spesso i propri padroni, e non dipende mai dalle decisioni del popolo. Quel mondo in cui, i politici vivono i palazzi bellissimi, con tutte le comodità, e viaggiano con mezzi di trasporto di lusso, e si divertono, guadagnano un mucchio di soldi, per fare leggi a favore di pochi, mentre la maggioranza della popolazione vive in condizioni pietose. Quindi chi dovrebbe servire, e dimostrare modestia, vive nel lusso, chi invece dovrebbe essere il padrone, ed essere servito, e riverito, perché unico detentore del potere per diritto, vive in povertà, e nell’impotenza di non poter cambiare in meglio la propria esistenza. Quel mondo in cui, ti dicono che sei libero, ma se la pensi diversamente, anche se hai ragione, e ti comporti bene, vieni considerato un pazzo, un visionario, e cercano di eliminarti sia moralmente, che fisicamente. Quel mondo in cui, per ottenere risultati, devi compromettere la tua integrità, in cui devi rinunciare ai tuoi valori, ai tuoi ideali, e seguire il più forte. Quel mondo in cui, si muore ancora di sete, di fame, di mancanza di cure e medicine, ma in cui molti spendono un mucchio di soldi sperando di aiutare chi sta male, e persone senza scrupoli, utilizzano in scopi personali questi fondi. Quel mondo, in cui l’istruzione, e una cosa da ricchi. Quel mondo in cui, se hai una bella idea te la copiano tutti, e non te ne danno nessun merito. Quel mondo in cui, se hai un bel progetto, e chiedi soldi a una banca, per avviare la tua attività ti dicono: per avere soldi, devi avere o altri soldi o le garanzie, ma i soldi che ti prestano li creano dal nulla, creando debiti che dovranno poi essere pagati dai tuoi figli, e dai tuoi nipoti. Quel bruttissimo mondo in cui, ci sono guerre, divisioni, terrorismo, violenze, per colpa di chi crede sempre di aver ragione. Quel mondo in cui, non ci sono soldi per aiutare i più deboli, ma ci sono soldi per comprare missili e armi per uccidere anche persone innocenti. Quel mondo in cui, i nostri rappresentati religiosi, invece unirsi per il bene, non si rispettano tra di loro e creano solo divisioni. Quel mondo in cui, l’unica diplomazia e le uniche trattative, sono per sceglie in quale paese confrontarsi, con armi sempre più letali, per poter arricchire pochi criminali (che le producono e vendono), uccidendo, ferendo, togliendo ogni piccola cosa faticosamente creato con anni di sacrifici, facendo soffrire e spaventando, popolazioni intere che non hanno nessuna colpa. Chi ha le armi sceglie un paese, e scatena l’inferno, e poi guadagna anche per ricostruire ciò che distrugge. Quel mondo in cui, se dici che lo vuoi cambiare e migliorare, non solo i poteri forti, ma anche persone invidiose, ti creano solo problemi.

Si avete ragione, non unitevi a noi tutti, per cambiare e migliorare tutti insieme, immediatamente, perché in fondo un mondo migliore, potrebbe dar fastidio ad alcuni potenti.

Non cambiate subito mentalità e modo d‘agire, in fondo c’è tempo. A noi dispiace solo, di non aver iniziato prima, avremmo potuto evitare moltissimo male.

Non parlate a nessuno del nostro progetto, perché se lo sapranno anche altri, magari più intelligenti di voi, si uniranno a noi, e avranno i giusti vantaggi e facilitazioni.

Non vi preoccupate, noi cresciamo lo stesso, anche molto velocemente, ma una mente brillante in più, ci aiuta a fare meglio, e soprattutto più in fretta. Perché chiunque crede, che non solo si possa, ma si debba immediatamente, cambiare e migliorare il mondo, appena sentirà parlare dei nostri progetti, si unirà immediatamente a noi. Gli basta un po’ di buona volontà e un po’ d'intelligenza per capire ciò che stiamo facendo. Stiamo scrivendo la storia, una storia diversa, e sicuramente migliore di quello che è il mondo attuale. Non potremo mai fare peggio di chi ci ha preceduto, perché peggio di così non si può.

Scusate il nostro piccolo sfogo, ma più scrivevamo, più ci venivano in mente, tante alte cose che non vanno bene. Magari ne abbiamo dimenticate alcune, aggiungetele pure voi.

Certo che viviamo in un bel mondo, siamo veramente tutti molto bravi, a permettere tutto questo.

Grazie per la vostra pazienza, a presto con altri dettagli sui nostri progetti.

Vi auguriamo una vita felice, insieme alle persone che amate.

Con infinita stima e rispetto, un abbraccio a tutti.

DirectDemocracyS, i tuoi progetti, veramente in tutti i sensi.

P.S. Per i paesi potenti e ricchi, che sfruttano paesi più deboli e poveri, il vostro divertimento e il vostro guadagno sulla pelle di popolazioni indifese, sta per finire per sempre, perché vi prepariamo un progetto in cui ognuno è padrone in casa sua. Restate con noi!

0
×
Stay Informed

When you subscribe to the blog, we will send you an e-mail when there are new updates on the site so you wouldn't miss them.

Programme d'économie et de finance
Regole per la verifica dei nostri utenti registrat...
 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Sunday, 27 November 2022

Captcha Image

Main Menu

Latest News

Discover our Latest News

The human being, is a social animal. The basis of the company is made up of many families. For almost all of us, the fam...

Read More...

The State, or the public sector, have always been seen as enemies, or as strict controllers, of compliance with the Law....

Read More...

For us, the values of freedom and democracy, real and complete, are fundamental. We will never allow ourselves to judge...

Read More...

Many of the ills of the earth, are caused by selfishness, thirst for power, and greed, of a few bad people, they have ma...

Read More...

Truth is a fundamental value, because it allows us to know what is true and distinguish it from what is false. The sear...

Read More...

We have analyzed various aspects, and many details, about our political organization, we often say that DirectDemocrac...

Read More...

Personal number. The personal number is automatically assigned, during registration, to each registered user, is progre...

Read More...

On Wednesday 09 November 2022, at 20.00 (GMT), the first international meeting of the official representatives of all th...

Read More...
No More Articles